Viemme61 ecommerce design online


DESIGNER
Enzo Calabrese

Architetto e industrial designer, nasce a Brindisi nel 1961. Ha il suo studio professionale a Pescara dove vive, lavora. PHD, ricercatore e Professore in Composizione Architettonica presso la Facoltà di Architettura di Pescara. E’ stato Assessore all’Urbanistica, Visiting Researcher al C.C.A.C. di San Francisco, e al College of Environmental Design, University of California, Berkeley. Mostre più importanti: “Biennale di Architettura Giovani del Mediteraneo”, Roma; “Biennale di Architettura di Venezia” young section; “50+50 new generations” Milan, Graz, Prague, New York; Triennale di Milano “International Food Design”; “Abitare il Tempo” Dalla Plastica alla Pietra, Verona; Triennale di Milano “Italian Architect Under 50”; Shenzen Italian China International Brand Design; Natural Genius Triennale di Milano; MoCA, Museum of Contemporary Art of Los Angeles; selezione MoMA N.Y., all’ICFF NY; Dessa Gallery a Ljubljana Premi e concorsi vinti: EDIDA International Design Award 2012; Candidato dall’ADI INDEX Design al Compasso D’oro 2007 e 2014; premio Tercas; premio Internazionale Europan 6; Nuova Stazione dell’Alta Velocità a Roma; Teatro Mammuth a Spoltore; Teatro a San Salvo; concorso Città Parco Torrenova a Roma. E’ il fondatore e leader del gruppo kei_en.enzocalabresedesignstudio © SRL Ha scritto: “Sustainwhat’s? l’equivoco dell’architettura sostenibile”, “Mucche al Pascolo e Cyber Autostrade”, e “L’Architettura dell’altro Paesaggio”.

Giulio Iacchetti

Giulio Iacchetti, industrial designer since 1992, designs for many brands including Abet Laminati, Alessi, Danese, Elica, Foscarini, Globo Ceramiche, Jannelli&Volpi, Hastens, Magis, Meritalia, Moleskine, Pandora design. The distinctive characteristics of his work is the research and definition of new object typologies, like the Moscardino, the biodegradable spoon/fork designed with Matteo Ragni and for which, in 2001, he has been awarded with Compasso d’Oro. In 2009 he was awarded the prize for innovation – Premio dei Premi – by the President of the Italian Republic for the Coop Eureka project, which brought the design in the large-scale retail trade. In May 2009 the Triennale di Milano held a solo exhibition entitled “Giulio Iacchetti. Disobedient objects “. In November 2012 he launches Internoitaliano, the “factory network” made up of many craftsmen labs with whom he signs and produces furniture and accessories inspired by the italian way of living. He had also pursued his personal research project into new design topics such as the symbol of cross from which came the exhibition titled Cruciale held by the Diocesan Museum, Basilica di Santo Stefano Rotondo in Rome and by Castello di Lombardia in Enna, Sicily.
In 2014, he won his second Compasso d’Oro for the design of the manhole covers Sfera, designed with Matteo Ragni for Montini.

Matteo Ragni

Matteo Ragni si è laureato in Architettura al Politecnico di Milano. Dal 1998 al 2005 ha dato vita allo studio Aroundesign con Giulio Iacchetti, col quale ha vinto il Compasso d’Oro ADI per la forchetta/cucchiaio biodegradabile “Moscardino”, ora nella Collezione Permanente del Design presso il MOMA di New York. Nel 2008 ha vinto il Wallpaper Design Award ’08 per la lampada da tavolo/ferma libri Leti prodotta da Danese. Di recente è stato pubblicato dalla casa editrice Corraini il volume “Camparisoda: l’aperitivo veloce futurist, da Fortunato Depero a Matteo Ragni” per celebrare i 100 anni del Futurismo. All’attività di designer affianca quella di docente in diverse università internazionali, di art director e architetto. Tra i suoi clienti: Bialetti, Breil, Biò Fireplace, Caimi Brevetti, Campari, Coin Casa, Coop, Corian Dupont, Danese, Desalto, De Vecchi, Guzzini, JVC, Lavazza, Liv’it, Mandarina Duck, Meritalia, Mitshubishi, Navadesign, Pandora Design, Pinetti, Piquadro, Plank, Plust Collection, Poltrona Frau, Samsung, Suisse Lagenthal, Ti Voglio, United Pets, W-eye.


Bellavista & Piccini

Classe 1980, adottato dalla città di Milano si laurea in Design presso il Politecnico. Durante il periodo accademico viene a contatto con realtà industriali come Ariston e BMW. Nel 2007 frequenta sempre presso il Politecnico di Milano un corso / master in modellazione 3D per interni domotici, dove acquisisce conoscenze sulla domotica e si specializza ulteriormente in grafica per il design. Ha collaborato con diversi studi di design e architettura d’interni, ha insegnato grafica 3D a studenti e professionisti di architettura e design presso un centro di formazione. Nell’ottobre 2010 fonda il suo studio occupandosi di product, furniture design e computer grafica. Ama progettare con un’idea giocosa, immaginaria e minimale, ma rispetta l’aspetto funzionale e del materiale. Attualmente collabora con alcune aziende tra cui Mabele, Pirondini Italia, Salvatori srl, Desta, Puree, MDB caldaie e nello stesso tempo dedica spazio all'autoproduzione di prodotti e complementi. 


Maurizio Duranti

Francesca Macchi, (classe 1982) si laurea in Disegno Industriale al Politecnico di Milano nel 2006. Ha collaborato per cinque anni con l’architetto Francesco Lucchese occupandosi di design e comunicazione. Nel 2011 decide per amore e per passione di affrontare nuove strade ed iniziare una nuova attività con lo studio Francesca Macchi Design, uno studio giovane, dinamico e frizzante, innamorato del design semplice, funzionale ed eco-friendly. Si occupa di design di prodotto, di interni e grafica proponendo progetti che si sviluppano e crescono attraverso il confronto, l'ascolto e la ricerca. Ama sperimentare e lavorare con le mani, tagliare, cucire ed incollare per auto-produrre oggetti da regalare, vendere o collezionare. Ha ideato accessori per la persona tra cui la pantofola fai da te FLAP, prodotta da De-Struttura, ha creato grafiche e texture per oggetti in ceramica come la collezione Gioia prodotta da CeramIdea Digitale Design e ha partecipato al progetto DEA “Design e artigianato per il Trentino” presentando al Fuori Salone il Molino Pellegrini di Riva del Garda, produttore artigianale di farine, completamente rinnovato nella sua immagine. Oggi lo Studio continua a prediligere, per le proprie creazioni, materiali ecologici per dar vita a prodotti dall'anima green per la casa, la persona e per una nuova immagine aziendale evoluta.


Andrea Grassi

Ugo La Pietra nato nel 1938 a Bussi sul Trino ha sviluppato dal 1962 un'attività tendente alla chiarificazione e definizione del rapporto "individuo-ambiente". All'inizio di questo processo di lavoro ha realizzato strumenti di conoscenza (modelli di comprensione) tendenti a trasformare il tradizionale rapporto "opera-spettatore". Ha operato dentro e fuori le discipline dichiarandosi sempre "ricercatore nelle arti visive"; artista anomalo e scomodo e quindi difficilmente classificabile. Con le sue ricerche dal 1960 ha attraversato diverse correnti: artistiche ("arte segnica", "arte concettuale", "arte ambientale", "arte nel sociale", "narrative art", "cinema d'artista", "nuova scrittura", "extra media", "neo-eclettismo", architettura e design radicale). Ha comunicato e divulgato il suo pensiero e le sue esperienze attraverso un'intensa attività didattica ed editoriale. Si è fatto promotore di gruppi di ricerca (Gruppo del Cenobio, Gruppo La Lepre Lunare, Gruppo Design Radicale, Global Tools, Cooperativa Maroncelli, Fabbrica di Comunicazione, Libero Laboratorio) e di attività espositive coinvolgendo un grandissimo numero di operatori (artisti, architetti,designer). Attualmente vive e lavora a Milano.

 

 


Umberto Tolino

Laureato in Disegno industriale presso il Politecnico di Milano con una tesi per Philips Design. Dal 1997 realizza progetti di visual, product e strategic design. Nel 2001 è socio fondatore del collettivo rnd_lab con cui produce diversi oggetti pubblicati su numerose riviste del settore. Selezionato in due edizioni della ADI Design Index per il Compasso d'Oro, ha partecipato alla mostra: The New Italian Design della Triennale di Milano con l'orologio da parete rnd_time. Cool hunter per diverse ricerche e reporter di eventi legati al design system. Dal 2001 è docente di comunicazione visiva presso i corsi di laurea e i master del Politecnico di Milano in Italia e all'estero.

Davide Tonizzo nasce a Toronto, Canada nel 1962 con una passione per le automobili. Dopo la laurea in ingegneria meccanica parte per L’Italia per seguire il suo sogno di disegnare carozzeria ed interni per auto. Nel 1989 inizia la sua carriera di designer presso I.DE.A Insitute dove ha completato numerosi progetti per le case automobilistiche italiane. Durante suo soggiorno a Torino compie anche delle visite a Milano dove scopre il mondo del design per l’arredamento e parte una nuova passione per la progettazione di mobili. Utillizzando le metologie della sua formazione italiana ha fondato il suo studio di design nel 1992 nella sua città nativa. Con una base igegneristica affiancata da una forte sensibilità per le forme e le esigenze umane ed ecologiche ha potuto trasferire le sue due grandi passioni per le auto e i mobili a una clientela diversificata. Ha disegnato automobili, furgoni, autobus, arredamento contract e domestico, bagni, borse, stoviglie, confezioni, orologi e veicolo ecologici. Ora ha uno studio a Toronto ma lavora in Italia, USA e altri paesi europei. Nel 2004, ha tenuto una conferenza alla Triennale intitolata “Il Design del Nuovo Nord: Alla Scoperta del Canada”. Recentemente ha iniziato a produrre brevi film per i suoi clienti per promuovere i loro prodotti su internet.


Gianluca Minchillo

Nasce a Winterthur, Svizzera, nel 1968. Studia presso la scuola bottega di A G Fronzoni a Milano. Nel 1996 inizia l'attività professionale con studio a Genova. Dal 2005 vive e lavora a Venezia. Dal 2009 vive e lavora anche a Milano. Sostanzialmente apolide, realizza progetti di comunicazione visiva, design e allestimento, collaborando con graphic designer, interaction designer, fotografi, videomaker, illustratori, architetti, scrittori, poeti, amici e amiche, nessun santo, ma tutti compagni di progetto e navigatori nel grande mare del fare.


Mattia Cimadoro

Dopo aver studiato industrial design presso la Scuola Politecnica di Design di Milano la sua formazione professionale avviene collaborando con gli studi milanesi King/ Miranda, Gregotti Associati, Massimo Morozzi Design, Von Klier Associati e Achille Castiglioni. Durante la sua carriera professionale progetta oggetti domestici e accessori per Tisettanta, Arflex Japan, Sedie & Company, Cristal Art, Giovannetti, Zeritalia, Lightec. Per Mandarina Duck collabora alla definizione di una serie di accessori cartotecnici per l’ufficio. Per “Le idee di Gualtiero Marchesi” sviluppa una serie di oggetti per la tavola. Consulente per progetti di office planning per Olivetti Synthesis. Progetta stand fieristici delle consociate Olivetti per il Servizio Olivetti Corporate Identity: Lo studio BarberoDesign (www.barberodesign.it) è una struttura professionali impegnate nella progettazione integrata (industrial, graphic, exhibit e multimedia design) per aziende ed enti pubblici. Tra i clienti: Fiat Professional, Lancia, Honda, Hyundai, Mercedes Benz, Mitsubishi, Mitsubishi Fuso, NTT Group, Alitalia, Juventus F.C., Ferrero spa, Comune di Torino, Provincia di Torino, Regione Piemonte, Rhiag, CBS Outdoor, Nordmende, De Agostini Group, Savinelli, Hotman Japan. Col marchio B edizioni design (www.bedizionidesign.it) è editore e creatore, con la moglie Marina, di una serie di libri per bambini e coordinatore di laboratori creativi presso librerie, musei, scuole e biblioteche. Impegnato sul fronte dell’insegnamento, oltre alle collaborazioni con l’Istituto Europeo di Design di Milano e di Torino e il Dams dell’Università degli Studi di Torino, è docente a contratto presso la Facoltà del Design del Politecnico di Milano.

Davide Angheleddu si laurea in Architettura al Politecnico di Milano nel 2000. Già a partire dalla sua prima esperienza lavorativa sviluppa il concetto di rappresentazione digitale come strumento dinamico di sviluppo del processo ideativo. L’idea di partire da un seme iniziale alla ricerca di una forma ideale è il filo conduttore di molte sue opere originate da modelli digitali ed esposte in contesti internazionali fra cui Milano (2010), Londra (2011), New York (2012), , Santiago de Compostela (2013) e Seoul (2014).
Attualmente affianca la ricerca artistica a quella scientifica sviluppando una innovativa tecnica di codifica dei modelli tridimensionali su cui sta conseguendo un Dottorato di Ricerca presso il Politecnico di Milano.


Alberto Basaglia & Natalia Rota Nodari

Alberto Basaglia e Natalia Rota Nodari dal 1997 realizzano progetti per l’architettura d’interni e l’edilizia, ma anche per il settore arredo e food, con l’obiettivo di concretizzare un design dalle linee pulite e dal carattere spiccato.

 Nato il 16 settembre 1987 frequenta il Machina Lonati Fashion and design institute a Brescia, laureandosi nel 2009 con il progetto NONO’. Nel 2010 NONO’ viene prodotto e presentato da Alma Design al Salone Internazionale del Mobile,

ricevendo il premio speciale “il design dello stupore” al concorso Young and Design 2010 e successivamente il Good Design Award di Chicago. Attualmente lavora a Brescia e collabora anche con lo studio di Brand design Formaindustria

D. Lo Scalzo Moscheri

Nato il 9 novembre 1963 si laurea alla facoltà di Architettura di Milano nel 1987. Ottiene un Master in “Advanced technology application on industrial design manufactory” Tampa University, Florida – Usa nel 1998.